Questa esposizione non può che limitarsi a offrire un piccolo spaccato della situazione esistente in Sudtirolo intorno al 1960. Gli anni dell’escalation del “conflitto sudtirolese” furono infatti talmente complessi da lasciar al massimo sperare nel risveglio di un interesse per gli episodi di un’epoca che segnò la strada per la libertà del Sudtirolo.

Protagonisti di quegli eventi furono i soggetti pronti a “sacrificarsi per la libertà”, gli attivisti e simpatizzati del Befreiungsausschuss Südtirol (BAS), il Comitato per la liberazione del Sudtirolo. Meritano però di essere altrettanto ricordati tutti coloro che rimasero vittime in quegli anni di “conflitto sudtirolese”.

Credits

Ideazione
Andreas Hofer Bund Tirol/Innsbruck

Presidente
Ing. Winfried Matuella
Sternwartestraße 11
6020 Innsbruck

Allestimento
DP-art s.r.l.
Albeins/Bressanone
www.dp-art.net

Realizzazione grafica
effekt! s.r.l.
Egna
www.effekt.it

Curatori
Dr. Hubert Speckner e
Mag. Sylvia Speckner/Vienna

Traduzione dalla lingua tedesca
Studio Traduc, Bolzano

 

Comitato della mostra

Ing. Winfried Matuella
Andreas-Hofer-Bund Tirolo/Innsbruck

Meinrad Berger
Südtiroler Heimatbund/Bolzano

Dr. Erhard Hartung
Innsbruck-Meerbusch

Dr. Bruno Hosp
Klobenstein

Dr. Eva Klotz
Bolzano

Roland Lang
Südtiroler Heimatbund/Terlan

Christoph Mitterhofer
Merano

Dr. Herlinde und Klaudius Molling
Innsbruck

Efrem Oberlechner
Südtiroler Schützenbund

Dr. Othmar Parteli
Jenesien